Che cosa sono lenorme HACCP
per la disinfestazione?

Il protocollo di disinfestazione HACCP fa parte del sistema di autocontrollo HACCP che deve essere rispettato da ogni operatore nel settore alimentare, in modo da stimare rischi e pericoli e stabilire sistemi di controllo per prevenire ed evitare problematiche igienico/sanitarie. Al fine di controllare la salubrità degli alimenti, ogni fase della loro produzione deve essere controllata e non solamente il prodotto finito. Ciò serve anche ad individuare le possibili fasi critiche della filiera e porre rimedio prima che si verifichi un evento dannoso.

HACCPIl Protocollo
HACCP

Per quanto riguarda la disinfestazione di bar, ristoranti, alberghi, supermercati e in genere locali pubblici, è stato stilato un protocollo per assicurare un controllo costante e continuo effettuando in caso di necessità le azioni correttive essenziali che servono a bonificare il luogo infestato rendendolo salubre.

Procedure per ilProcedure per il controllo di roditori, insetti
ed altri infestanti indesiderati.

Il D.lgs 155/97 successivamente sostituito dal Reg. CE 852 recepito con il D.lgs 197/07 concernente l’igiene dei prodotti alimentari stabilisce che occorre pianificare e documentare i risultati relativi alla lotta ai roditori, agli insetti ed altri infestanti indesiderati negli stabilimenti di produzione di alimenti.
Per la predisposizione delle procedure di controllo, la nostra Azienda si impegnerà, sulla base dei riscontri oggettivi e dell’attività svolta, a segnalare e consegnarvi la documentazione corrispondente.

La nostra Aziendavi fornirà questa
documentazione:

  • Check list per rilievi ispettivi ed analisi dei punti critici.
  • Calendario dei trattamenti collegato ai risultati del monitoraggio;
  • Frequenza dei trattamenti vincolata alla stagionalità.
  • Planimetria con localizzazione delle postazioni di controllo, cartelli segnaletici e indicazione dei prodotti utilizzati.
  • Schede tecniche dei prodotti.
  • Schede tossicologiche dei prodotti.
  • Identificazione del Responsabile Tecnico.
  • Definizione delle azioni correttive e dei trattamenti da effettuare in caso di non conformità.
  • Definizione delle soglie di tolleranza.
  • Reports dei risultati del monitoraggio e degli interventi eseguiti.
  • Formazione e qualifica del Personale documentata.
  • Aggiornamento e formazione Vostro responsabile.

Che cosa sono lenorme HACCP
per la disinfestazione?

Il protocollo di disinfestazione HACCP fa parte del sistema di autocontrollo HACCP che deve essere rispettato da ogni operatore nel settore alimentare, in modo da stimare rischi e pericoli e stabilire sistemi di controllo per prevenire ed evitare problematiche igienico/sanitarie. Al fine di controllare la salubrità degli alimenti, ogni fase della loro produzione deve essere controllata e non solamente il prodotto finito. Ciò serve anche ad individuare le possibili fasi critiche della filiera e porre rimedio prima che si verifichi un evento dannoso.

HACCPIl Protocollo
HACCP

Per quanto riguarda la disinfestazione di bar, ristoranti, alberghi, supermercati e in genere locali pubblici, è stato stilato un protocollo per assicurare un controllo costante e continuo effettuando in caso di necessità le azioni correttive essenziali che servono a bonificare il luogo infestato rendendolo salubre.

Procedure per ilProcedure per il controllo di roditori, insetti
ed altri infestanti indesiderati.

Il D.lgs 155/97 successivamente sostituito dal Reg. CE 852 recepito con il D.lgs 197/07 concernente l’igiene dei prodotti alimentari stabilisce che occorre pianificare e documentare i risultati relativi alla lotta ai roditori, agli insetti ed altri infestanti indesiderati negli stabilimenti di produzione di alimenti.
Per la predisposizione delle procedure di controllo, la nostra Azienda si impegnerà, sulla base dei riscontri oggettivi e dell’attività svolta, a segnalare e consegnarvi la documentazione corrispondente.

La nostra Aziendavi fornirà questa
documentazione:

  • Check list per rilievi ispettivi ed analisi dei punti critici.
  • Calendario dei trattamenti collegato ai risultati del monitoraggio;
  • Frequenza dei trattamenti vincolata alla stagionalità.
  • Planimetria con localizzazione delle postazioni di controllo, cartelli segnaletici e indicazione dei prodotti utilizzati.
  • Schede tecniche dei prodotti.
  • Schede tossicologiche dei prodotti.
  • Identificazione del Responsabile Tecnico.
  • Definizione delle azioni correttive e dei trattamenti da effettuare in caso di non conformità.
  • Definizione delle soglie di tolleranza.
  • Reports dei risultati del monitoraggio e degli interventi eseguiti.
  • Formazione e qualifica del Personale documentata.
  • Aggiornamento e formazione Vostro responsabile.